Assenza giustificata

“Silvia è presente?

Chiede la maestra alla classe, aspettando la risposta di una bambina un po’ cresciuta.

No, è assente.

Risponde qualcuno distrattamente.”

Quest’improbabile discorso è la scenetta messa in piedi per scrivervi ancora qualcosa. Sono assente, ma giustificata.

Bando alle “scuse” tipo lavoro, casa e bambini, in queste ultime settimane sono stata assorbita dalle due coperte.

Il Gran Giorno (con le G maiuscole, come si conviene all’occasione) è vicino e io sono finalmente pronta! beh, non proprio, questa sera finisco di attaccare il bordo dell’ultima e domani dovrò pensare a cosa scrivere sul biglietto ma visto i ritardi, non miei e non giustificati, mi sento abbastanza pronta per concedermi qualche istante sulla tastiera del portatile.

A breve potrò finalmente mostrarvi le mie fatiche, per il momento accontentatevi di un mio piccolo gesto di riciclo o riutilizzo come dir si voglia, che in caso contrario sarebbe finito direttamente nel sacco della spazzatura.

Non so come c’è finita in casa nostra, credo che fosse in quelle confezioni per bambine tutte mollettine e elastichini per capelli, ma questa molletta era proprio brutta, non solo per il fiore in plasticaccia

ma anche per la vite che lo teneva attaccato alla molletta oltre a strappare i capelli

Nient’altro ho fatto che togliere la malefica vite e recuperare del cotone rosa e un

ed ecco un bel fiorellino all’uncinetto:

6 catenelle per formare un cerchio

1° giro: 4 catenelle, 1 punto alto e una catenella per 7 volte

2° giro: 2 catenelle e un punto basso per 8 volte

3° giro: 1 punto basso, 3 punto alti e un punto basso di nuovo il tutto per otto volte

Va bene, a me ne sono usciti nove di petali perchè nel secondo giro ci ho messo due catenelle in più. L’ho detto che all’uncinetto valgo proprio niente! Il fiore comunque fa la sua figura e con qualche perlina la molletta diventa degna di una principessa

retro:

Suà Maesta ha gradito la sorpresa dopo la nanna pomeridiana, che soddisfazione avere anche una figlia femmina!

A Diego non posso di certo confezionare cappellini frou-frou, fiorellini e fiocchetti!

A presto 🙂

One comment

Lascia un commento