Di ragni e ragnatele

Halloween è diventata una festa anche nostra pur non appartenendo al nostro calendario. Nulla togliendo alla festa religiosa di Tutti i Santi il primo novembre e la commemorazione dei defunti il 2, a me Halloween è sempre piaciuta.

Anni fa, quando da noi non c’erano fantasmi e streghe a chiedere dolcetto o scherzetto, io intagliavo le zucche dell’orto di mio papà, svuotate dalla polpa, inserivo una candelina proprio come si faceva e si fa ancora oltreoceano.
Ora è tutto più di moda ma l’intaglio della zucca è una cosa che mi piace fare ancora oggi insieme ai bambini. Non mancano anche le varie decorazioni per la casa e ovviamente si deve pensare anche alla vetrina del negozio.
Io e mia sorella allestiamo sempre la vetrina con qualcosa creato da noi e quest’anno per Halloween abbiamo pensato ad una decorazione semplice ma di effetto, da poter replicare a casa con i bambini (con le dovute precauzioni).

Occorrente:
Pistola e colla a caldo
Cartoncino nero
, pastello bianco, penna e forbici
Colla glitter rossa.

materiale halloween

Su un foglio di carta piegato in due disegnare la metà sagoma del ragno, ritagliarla e usare la stessa come dima per il cartoncino nero sempre piegato in due. Se i bambini sono già capaci di tagliare potrebbe essere il loro lavoretto.

pattern ragno

Con la colla glitter far disegnare gli occhietti dai bambini.

ragni

Quello che invece deve assolutamente fare un adulto, con la colla a caldo su una superficie di plastica (noi abbiamo usato una copertina da rilegatura) dare forma alla ragnatela. Non siamo state precise perchè ci è piaciuto l’effetto che danno i fili della colla, un po’ più halloween,  ma potreste disegnare una ragnatela sulla supercie che utilizzate e seguirne rigorosamente i tratti per una ragnatela perfetta.

ragnatela

Con lo stesso procedimento abbiamo fatto la scritta Halloween

halloween

e il tutto è finito in vetrina

vetrina halloween

Scusate le foto ma non le ho fatte in condizioni ottimali. Buon divertimento e Happy Halloween.

Lascia un commento