Chiacchiere da mamma/9

Lavatrice, asciugatrice, lavastoviglie & co.

Spesso rimpiango i tempi che avevo un bimbo solo e stavo con lui a casa. Poi ho deciso di aprire un negozio, poi ho deciso di fare il secondo figlio e il terzo è arrivato da solo.

Se ripenso a quei giorni lontanti (circa 10 anni) mi stupisco di come mi sembrava di essere la donna più oberata del mondo con un figlio da accudire e una casa da gestire.

Si cresce e ci si fa le ossa e permettetemelo di dirlo si impara a chiudere gli occhi dove proprio non si può arrivare.

In questi 10 anni però ho imparato ad organizzarmi per non ritrovarmi, e spesso è accaduto, senza un grembiulino pulito o le scarpe di calcio ancora bagnate. Soprattutto ho imparato a gestire gli elettrodomestici che ti salvano la vita ma non la bolletta della luce.

Io ho un contratto normale a 3KWh e mio marito non ne vuole sapere di cambiare potenza, il perchè non lo so. Sta di fatto che con lavatrice, asciugatrice, lavastoviglie e forno (e con tutto quello che abbiamo attaccato alla corrente) devo sempre fare i conti con i watt e posso disporre di un solo elettrodomestico di questi per volta.

La mia è legata al tipo di contratto con la società elettrica che è di tipo biorario (tipo dalle 19.00 alle 8.00 ha il prezzo più basso) quindi cerco di programmare il più possibile durante la notte.

Vi racconto una giornata tipo delle macchine che mi aiutano in casa partendo dalla sera:

H 19.00, io sto per rientrare a casa ma ho programmato la lavatrice che parte con un carico.

H 20.30, carico l’asciugatrice con la lavatrice appena finita.

H. 21.30, è il turno della lavastoglie con i piatti della giornata, a mezzogiorno in genere siamo a casa solo io e mio marito quindi riesco a gestire solo un carico a giornata per questo elettrodomestico. Spesso mentre cucino per il pranzo mi porto avanti anche per la sera. Nel frattempo piego i vestiti usciti dall’ asciugatrice e se c’è da stirare, attacco anche il ferro da stiro.

H. 5,00, la lavatrice è programmata per partire con un altro carico se necessario. In genere riesco a fare solo una lavatrice per giorno avendone una con una capacità di 9kg cerco di riempirla tanto per risparmiare sui lavaggi ma non tanto da ritrovarmi gli abiti troppo spiegazzati.

H. 7,00, se è partita la lavatrice ora tocca all’asciugatrice.

H. 14,00, se serve una lavastoviglie aggiuntiva parte adesso, mentre se non ho altro da fare attacco anche il ferro. In una casa di 5 persone c’è sempre da lavare e stirare (anche se io piego molto).

Il forno non lo uso tutti i giorni ma quando serve devo incastrarlo tra una lavatrice e una lavastoglie. Spesso prima di cena e pranzo se qualche pietanza vuole la cottura con il forno, mi aiuta molto che tutti i miei elettrodomestici sono programmabili e posso spegnerli momentaneamente senza perdere il programma. Nel weekend, dove c’è sempre la tariffa più bassa, ne spengo uno e accendo l’altro elettrodomestico e il forno viene usato molto più spesso per fare i miei dolci.

A titolo totalmente informativo vi metto il link dei miei elettrodomestici:

Lavatrice AEG L89499FL2

Asciugatrice CANDY GOC570B

Lavastoviglie CANDY FUTURA CDF8 753X

Forno ARISTON FO 52.2IX, il mio forno ha 13 anni ma funziona ancora una meraviglia. Tipo questo qui.

E voi come gestite gli elettrodomestici?

lavatrice 1

lavatrice 2 Immagini tratte da “Enciclopedia della donna” 1963 Fratelli Fabbri Editori Milano.

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento